fbpx

Azienda Agricola Nocera

L’azienda Nocera, nasce da un’idea di Maria Rosaria e Daniele, due ragazzi che decidono di portare avanti insieme,oltre che un progetto di vita,anche un progetto lavorativo, così il 24 giugno 2011 nasce l‘azienda agricola Nocera, con un unico obiettivo: dar vita ad un prodotto di eccellenza nel rispetto di quelle che sono le leggi della  natura..

L’azienda,si estende per circa venti ettari,nei terreni incontaminati tra le colline della sabina e la tuscia viterbese..e anche grazie a questi luoghi “magici”, dove la mano dell’uomo ancora non è arrivata che riusciamo ad adottare una tecnica di agricoltura integrata.

L’attività è incentrata sulla coltivazione di ortaggi, noci,produzione di olio EVO, uova da galline allevate all’aperto,allevamento di polli ruspanti,faraone e conigli.

La parte ortiva,si estende per più di tre ettari,di cui circa 4000mt in coltura coperta, utilizziamo tutti gli accorgimenti necessari per evitare l’uso di pesticidi, erbicidi e tutte quelle sostanze che apportano danni sia all’uomo che all’ambiente circostante.Le galline e gli animali da carne vengono allevati con metodo all’aperto.L’uliveto,che conta circa 1000 piante e il noceto di otto ettari, si trovano sulle colline della sabina, luogo ideale per la produzione di olio D.O.P.

La passione e la continua ricerca,attraverso uno studio attento e meticoloso,ci permettono di essere sempre aggiornati e all’avanguardia in tutti i settori di cui ci occupiamo.

Il territorio,il clima,lo studio,la passione e l’amore sono i meravigliosi ingredienti che caratterizzano i prodotti Nocera

L’ORTO

Il settore ortivo,al momento è svolto per la maggior parte a Civita Castellana, loc Sassacci.

Produciamo ortaggi di stagione,seguendo un metodo di lotta biologica.. Ci avvaliamo di teli pacciamatori, appositi teli biodegradabili di colore scuro che permettono il controllo delle erbe infestanti, questi inoltre, riescono a trattenere l’umidità, ed  In questo modo riusciamo anche a  contenere lo spreco di acqua. Un’altra delle tecniche che usiamo è l’utilizzo di tessuto non tessuto (tnt), questo telo utilizzato a “copertura” della coltura interessata, crea un microclima ideale per la pianta nei periodi più freddi,e crea inoltre, una barriera contro gli insetti dannosi. Nello specifico,abbiamo utilizato il telo tnt per la coltivazione all’aperto di zucchine romanesche, essendo il tnt a maglia molto stretta,ha impedito il passaggio degli afidi, risolvendo così,  il problema della virosi senza usare nessn tipo di prodotto.

Per gli ortaggi in coltura protetta,che ad oggi sono 4000mt utilizziamo le reti antinsetto, ed è proprio utilizzando questo tipo di rete, coprendo l’intero perimetro della serra che abbiamo risolto il problema della temuta tutta absoluta del pomodoro.

Per la concimazione del terreno, usiamo concime organico proveniente dal nostro allevamento,e quando non basta, da allevamenti a noi vicini.
Il concime organico, ci aiuta con una doppia funzione, arricchisce il terreno di sostanze nutritive e in più blocca lo sviluppo dei nematodi (parassiti del terreno). Ci sono ovviamente,anche dei lati negativi, cioè o sviluppo di funghi del terreno, che però risolviamo effettuando la solarizzazione, cioè sterilizzazione del terreno.

Dopo che il terreno viene opportunamente lavorato, eseguiamo un abbondante irrigazione e copriamo con film plastico,che trattiene calore, l’irrigazione permette di trasmettere il calore fino agli strati più profondi, e stimola inoltre,le attività vitali di funghi,parassiti,semi infestanti ecc, rendendoli così più vulnerabili.

E’ nostra abitudine segnare le colture, per ricordarci di volta in volta, cosa era stato coltivato in quello spazio,in modo da evitare di far ricadere coltivazioni simili, si tratta della cosiddetta  rotazione, questo permette di limitare lo sviluppo di funghi e nematodi, parassiti questi, che sono la causa della stanchezza del terreno.

Chi acquista su Orti a Domicilio contribuisce a difendere e sostenere la piccola produzione locale.

INSIEME CREIAMO LA VERA FILIERA CORTA!